Ultimo aggiornamento: 03.06.2020 - 22:19

Questa pagina ha seguito quotidianamente la diffusione del Coronavirus in Austria per i primi 100 giorni dell'epidemia, dal 25 febbraio al 3 giugno 2020.

Ulteriori aggiornamenti verranno pubblicati sul blog QuiVienna.

Per rimanere aggiornati sui numeri del Coronavirus in Austria consiglio la pagina ufficiale del Ministero della Salute austriaco.

Indice

Statistiche ed evoluzione giornaliera

Statistiche per regione

Notizie ed aggiornamenti

30 maggio 2020

  • Da oggi non è più in vigore il limite di clienti nei negozi (finora era 1 ogni 10mq).
  • Decade inoltre l'obbligo di indossare mascherine protettive nelle scuole.

29 maggio 2020

In una conferenza stampa il presidente del Consiglio Sebastian Kurz ha annunciato che a partire dal 15 giugno l'obbigo di indossare le mascherine protettive sarà ridotto ai seguenti casi:

  • Sui mezzi pubblici
  • Nel settore sanitario (studi medici, farmacie ed ospedali)
  • Dove non è possibile rispettare la distanza minima di 1 metro, come ad esempio dai parrucchieri

Dalla stessa data l'orario di chiusura di bar e ristoranti sarà prolungato fino all'1:00 (attualmente fino alle 23:00). Inolre decade il numero massimo di 4 persone per tavolo.

15 maggio 2020

Sono state comunicate oggi le seguenti disposizioni riguardo a manifestazioni ed eventi:

  • Dal 29 maggio saranno permesse manifestazioni sia all'aperto che al chiuso fino a 100 partecipanti
  • Dal 1 luglio saranno permessi eventi fino a 250 partecipanti. A luglio è inoltre anche prevista la riapertura dei cinema, con l'obbligo di distanziare almeno 1 metro ogni persona.
  • Dal 1 agosto saranno poi possibili eventi fino a 500 persone e - con un protocollo di sicurezza - fino a 100.

14 maggio 2020

  • Il numero di persone attualmente contagiate con il Coronavirus in Austria è sceso oggi sotto i 1.000 casi.

13 maggio 2020

  • Il gioverno ha annunciato che dal 15 giugno si potranno attraversare i confini con la Germania e la Svizzera senza controlli.

28 aprile 2020

In una conferenza stampa il ministro della Salute austriaco ha comunicato le seguenti novità riguardo al Coronavirus:

  • dal 1 maggio verranno sospese le limitazioni agli spostamenti in Austria attive dal 16 marzo. L'uso obbligatorio delle mascherine nei negozi e sui mezzi pubblici rimane in vigore.
  • si esorta comunque la popolazione a tenere 1 metro di distanza da tutti coloro che non vivono nella stessa abitazione. Se non sarà possibile non verranno comunque applicate multe.
  • sempre dal 1 maggio sono permessi eventi con massimo 10 persone. Per i funerali il limite sarà di 30 persone.
  • il limite di clienti nei negozi verrà inoltre alzato ad 1 ogni 10mq.
  • come già annunciato bar e ristoranti potranno riaprire dal 15 maggio. Tra un tavolo e l'altro ci sarà l'obbiglio di distanza di almeno 1 metro. Il personale avrà dovrà indossare mascherine protettive.
  • dal 29 maggio è prevista la riapertura di alberghi e altre strutture ricettive.

Per Vienna in particolare:

  • dal 4 maggio verranno riaperti i parchi giochi
  • dal 29 maggio riapriranno anche le piscine, le modalità verranno comunicate nelle prossime settimane.

26 aprile 2020

Da lunedì 27 aprile a Vienna i parcheggi in strada torneranno ad essere a pagamento in base alle regolari tariffe.

21 aprile 2020

In una conferenza stampa il governo ha annunciato i prossimi passi per la riapertura del Paese:

  • Gli studenti che dovranno svolgere la maturità ricominceranno ad andare a scuola dal 4 maggio. Tutte le altre classi torneranno a scuola dal 15 maggio, le modalità - si parla della suddivisione in più gruppi - verranno comunicate nelle prossime settimane.
  • Locali e ristoranti potranno riaprire dal 15 maggio. Le precise modalità verranno comunicate nei prossimi giorni.
  • Anche le funzioni religiose potranno riprendere a partire dal 15 maggio.

La riapertura di tutti i negozi con metratura superiore ai 400mq come anche barbieri e saloni di bellezza è confermata per il 1 maggio.

14 aprile 2020

Come annunciato nei giorni scorsi oggi hanno potuto riaprire i negozi con superfice inferiore ai 400mq, come anche i negozi di "fai da te" e giardinaggio.

In tutti i negozi vige l'obbligo di indossare una mascherina protettiva, l'ingresso della clientela è limitato ad una persona per ogni 20mq.

L'obbligo di indossare una mascherina protettiva è da oggi in vigore anche nei mezzi di trasporto pubblico e taxi.

12 aprile 2020

Il numero dei guariti dal Coronavirus in Austria (6987) ha oggi superato il numero dei casi attualmente attivi (6608).

10 aprile 2020

In base ad uno studio a campione svolto dall'istituto SORA per il governo i casi di Coronavirus in Austria potrebbero essere 28.500. L'analisi è stata fatta su un campione di 1.544 persone. La forbice dei casi, con una probabilità del 95% è tra 10.200 e 67.400. I risultati nel dettaglio sono disponibili sul sito web dell'istituto SORA

06 aprile 2020

Il governo austriaco ha comunicato oggi un piano per allentare le restrizioni imposte fino ad ora:

  • Le limitazioni di movimento comunicate in precedenza rimangono inalterate fino a fine aprile.
  • Dal 14 aprile potranno però riaprire i negozi più piccoli (meno di 400mq) come anche i viavai e centri fai da te. Sarà però obbligatorio osservare le distanze di sicurezza come anche n massimo di clienti a seconda delle dimensioni del negozio.
  • Sempre dal 14 aprile sarà inoltre obbligatorio indossare una mascherina protettiva sui mezzi pubblici.
  • Dal 1 maggio potranno riaprire tutti i negozi, centri commerciali e barbieri.
  • Dopo metà maggio potranno riaprire anche ristoranti e alberghi.
  • Le scuole rimarranno chiuse fino a metà maggio, ma l'esame di maturità si svolgerà regolarmente.
  • Le lezioni universitarie verranno svolte per tutto l'attuale semestre in formato digitale.
  • Eventi e manifestazioni rimangono vietati in tutta l'Austria almeno fino a fine giugno.

Inoltre:

  • Il Tirolo ha revocato la quarantena totale che era stata imposta su tutti i Paesi della regione. Rimangno valide le limitazioni imposte a livello nazionale.
  • Il ministro delle finanze ha comunicato l'aumento del fondo per la cassa integrazione (Kurzarbeit) da 1 a 3 miliardi di Euro.

1 aprile 2020

L'ufficio di collocamento austriaco (AMS) ha comunicato che il numero di disoccupati in Austria è salito a 562.522 (12,2%), il valore più alto dal 1946. Le categorie più colpite sono la ristorazione (102.679) e l'edilizia (57.943).

30 marzo 2020

Il governo austriaco ha comunicato nuove disposizioni per contenere il contagio:

  • Da mercoledì 1. aprile sarà obbligatorio utilizzare mascherine protettive nei supermercati. Queste verranno distribuite all'ingresso.
  • Nei supermercati sarà inoltre possibile scaglionare gli ingressi per evitare affollamenti.
  • Tutte le persone appartenenti a categorie a rischio dovranno obbligatoriamente lavorare da casa o verranno esentate dal lavoro.
  • E' stato vietato l'uso degli alberghi a fine turistico.

E' stato inoltre annunciato che verrà eseguito un test rappresentativo sulla popolazione (2.000 persone) per capire l'estensione del contagio asintomatico.

24 marzo 2020

  • Il forte aumento di casi positivi in Tirolo di oggi è causato dal diverso tipo di conteggio che era stato seguito tra il Ministero e la regione.
  • Il governo ha comunicato di voler aumentare la capacità di test possibili, fino a 15.000 al giorno.
  • I giochi olimpici di Tokio sono stati ufficialmente spostati al 2021.

20 marzo 2020

Il governo austriaco ha comunicato che le misure restrittive decise il 15 marzo sono prolungate fino al 13 aprile (lunedì di Pasqua).

19 marzo 2020

  • A partire dalla mezzanotte tutti i comuni del Tirolo sono sottoposti a quarantena. Lo spostarsi verso altre località limitrofe è consentito solo se nel proprio paese non ci sono negozi di prima necessità, farmacie o medici.
  • E' stata decisa la chiusura al pubblico degli ufficili pubblici. Questi rimangono però attivi, è possibile contattarli per email, telefono e internet.

18 marzo 2020

  • Il governo ha presentato un piano economico da 38 miliardi di euro per aiutare l'economia austriaca.
  • A partire da oggi anche presso il confine con la Germania verranno controllati gli ingressi. Potranno entrare in Auatria i residenti/domicialiati sottoponendosi però ad una quarantena di 14 giorni oppure chi presenterà un certificato medico del proprio stato di salute che dimostri la negatività al Coronavirus.
  • I comuni di Gasteinertal, Großarltal e Flachau nella regione di Salisburgo sono stati messi sotto quarantena.
  • 17 marzo 2020

    • I comuni di Sölden e St. Christoph in Tirolo sono sottoposti a quarantena da oggi.
    • Gli europei di calcio, che si sarebbero dovuti svolgere tra giugno e luglio in varie capitali d'Europa, sono stati rimandati al 2021.

    16 marzo 2020

    • Le ferrovie austriache (ÖBB) ha comunicato che continuerà a mantenere attivi tutti i principali collegamenti all'interno dell'Austria con orari ridotti.
    • Da oggi sugli autobus e tram di Vienna per tutelare l'autista non è permesso usare la porta anteriore per salire e scendere.
    • A Vienna da martedì 17 marzo tutti i parcheggi in strada saranno gratuiti.
    • Per limitare il contatto tra medici di base e pazienti, da oggi sarà possibile farsi prescrivere le ricette direttamente per telefono. Queste verranno inviate per e-mail o fax alla farmacia più comoda per il paziente.
    • Le visite nelle carceri sono attualmente sospese, se non per casi eccezionali.
    • La compagnia aerea nazionale Austrian Airlines ha deciso di bloccare tutti i voli a partire dal 19 marzo. Nei giorni seguenti verranno solo organizzati voli per chi deve rientrare in Austria.
    • Anche la compagnia Laudamotion ha deciso di bloccare tutti i voli dal 16 marzo all'8 aprile.
    • Le poste austriache continuano a funzionare normalmente. Per ridurre la minimo il contatto con le persone eventuali pacchi verranno lasciati davanti alla porta.
    • Il Prater ha comunicato la chiusura temporanea di tutte le attrazioni.

    15 marzo 2020

    Il governo esorta tutti a limitare il più possibile i contatti sociali e a lasciare la propria abitazione il meno possibile. Sono stati indicati 3 motivi per cui viene consigliato di uscire di casa:

    1. Motivi di lavoro che non possono essere rinviati
    2. Acquisto di beni di prima necessità
    3. Attività di aiuto verso altre persone

    Passeggiate nelle vicinanze della propria abitazione sono possibili, ma solo insieme a persone del proprio nucleo familiare.

    Il governo ha oggi ratificato il decreto attuativo comunicato nei giorni scorsi, aggiungendo altre restrizioni. Queste le decisioni:

  • Tutte gli eventi (al chiuso o all'aperto) sono vietati.
  • Sono vietati assembramenti di più di 5 persone in luoghi pubblici. Verranno effettuati controlli di polizia, con multe fino a 3.600 €.
  • Parchi e campi sportivi e altri luoghi di ritrovo pubblico verranno chiusi.
  • Da martedì tutti i ristoranti e bar rimarranno chiusi. Le consegne a domicilio saranno ancora possibili.
  • Sono vietati tutti i voli proveniennti da Gran Bretagna, Olanda, Russia e Ucraina.
  • Per il Tirolo è stata decisa una quarantena totale:

    • E' vietato lasciare la propria abitazione se non per motivi di assoluta necessità (acquisto beni di prima necessità, farmacia, ecc.)
    • I mezzi pubblici saranno limitati a partire da oggi.

    13 marzo 2020

    Il governo austriaco ha comunicato le seguenti nuove decisioni:

    • Tutte le aziende che ne hanno la possibilità dovranno permettere il telelavoro ("home office") ai dipendenti.
    • Da lunedì ristoranti e locali potranno rimanere aperti solo fino alle ore 15.
    • Sempre da lunedì tutti i negozi rimarranno chiusi. Eccezione sono quelli di prima necessità, come supermercati, farmacie, stazioni di servizio, tabaccai, banche ed uffici postali.
    • Gli studenti di tutte le scuole potranno stare a casa già da lunedì 16 marzo senza bisogno di giustificazione.
    • I collegamenti aerei con Spagna, Svizzera e Francia sono interrotti.
    • Le comunità di Paznauntal e St. Anton/Alberg in Tirolo sono messe in quarantena a partire da subito.

    12 marzo 2020

    • Tutte le funzioni e gli incontri religiosi saranno interrotte a partire da lunedì.
    • Sono vietate le visite negli ospedali e nelle case di riposo in tutta l'Austria
    • Le elezioni comunali in Voralberg e Steiermark sono state spostate a data da destinarsi

    11 marzo 2020

    Il governo ha comunicato le seguenti nuove decisioni:

    • Da lunedì 16 marzo tutte le scuole superiori (Oberstufen) rimarranno chiuse fino a Pasqua.
    • Per tutti le altre scuole (asili, scuole elementari, scuole medie) viene tolto l’obbligo di frequenza da mercoledì 18 marzo fino a Pasqua. Se i genitori hanno la possibilità di occuparsi dei bambini questi potranno rimanere a casa. In alternativa potranno recarsi comunque negli istituti scolastici dove verranno seguiti dal personale in gruppi di massimo 3-5 studenti.

    Inoltre:

    • Molti musei e luoghi culturali hanno deciso di chiudere fino a fine marzo (castello di Schönbrunn, zoo di Vienna, appartamenti imperiali, tutti i musei statali).
    • La maratona di Vienna, prevista per il 19 aprile, è stata annullata.

    10 marzo 2020

    Il governo ha comunicato nuove restrizioni per ridurre il numero dei contagi:

    • L'ingresso di persone dall'Italia in Austria è possibile solo con un certificato medico del proprio stato di salute che dimostri la negatività al Coronavirus. Il certificato deve essere di emissione recente (massimo 4 giorni).
    • I cittadini austriaci come anche le persone che abbiamo il domicilio / residenza in Austria possono entrare nel Paese anche senza tale certificato, ma con l'impegno immediato di una quarantena domiciliare di 14 giorni.
    • L'attraversamento dell'Austria senza fermate intermedie verso un'altro Paese è consentito.
    • Le lezioni nelle università sono sospese. Se possibile verranno tenute online.
    • Sono vietate tutte le manifestazioni al chiuso con più di 100 partecipanti e quelle all'aperto con più di 500 partecipanti.
    • Alle aziende viene consigliato di offrire la possibilità di telelavoro da casa.
    • Viene consigliato di ridurre i contatti e le attività sociali in generale.

    07 marzo 2020

    • Il governo austriaco ha deciso di bloccare per almeno 2 settimane tutti i voli da/per Milano e Bologna.
    • Verranno inoltre fatti controlli a campione alle frontiere con l'Italia (Brennero e Tarvisio).
    • Le ferrovie austriache ÖBB ha deciso di sospendere i treni notturni che viaggiano verso Milano e Venezia.

    Il primo caso di Coronavirus in Austria è stato riscontrato il 25 febbraio 2020.

    Numeri utili

    Ho bisogno di informazioni generiche riguardo al Coronavirus?

    Chiamare Ages Infoline 0800 555 621 oppure connettersi a www.sozialministerium.at.

    Sono preoccupato per il Coronavirus e vorrei parlare con qualcuno?

    Chiamare gratuitamente il Ö3 Kummernummer (116 123) oppure Rat auf Draft (147) oppure Telefonseelsorge (142).

    Ho febbre e tosse?

    Contattare telefonicamente il proprio medico di base.

    Ho febbre e tosse e sono stato nelle ultime 2 settimane in una zona a rischio o ho avuto contatti con persone a rischio?

    Chiamare il 1450.

    Si tratta di una emergenza?

    Chiamare il 144

    Fonti ufficiali

    Questa pagina ha solo scopo informativo, ho fatto del mio meglio per raccogliere dati esatti ed aggiornati ma non ne posso garantire la correttezza.

    Per gli ultimi aggiornamenti vi rimando alle seguenti fonti ufficiali:

    Contatti

    Paolo Manganiello - paolomanganiello@gmail.com

    Impressum